Red paperclip, come un uomo ha ottenuto una casa partendo da una graffetta

Si potrebbe pensare che nel secondo millennio l’arte del baratto sia scomparsa, invece Kyle MacDonald, un blogger canadese, ci dimostra con la sua incredibile storia che anche ai giorni nostri, col baratto si possono fare ottimi affari.

Quanto ottimi? E se vi dicessi che partendo da una semplie clip metallica per documenti è riuscito, in un anno, ad ottenere una casa in cui abitare?

La storia di Kyle ricorda la leggenda giapponese del “Milionario di paglia“, nel quale un povero contadino prega la dea buddista della misericordia, che gli consiglia di prendere il primo oggetto che trova vicino a sè e di partire verso l’occidente. Il contadino prende un fascio di paglia e parte. Dopo una rocambolesca serie di eventi e baratti il contadino riuscirà a diventare ricco e sposare la figlia dell’imperatore.

 

Forse ispirato da questa leggenda Kyle ha deciso di aprire un blog e di mettere un annuncio. Avrebbe barattato la sua clip metallica per documenti rossa con qualcosa di leggermente più bello, una penna, un cucchiaio, un paio di calzini. Chiunque fosse interessato davvero al baratto avrebbe semplicemente dovuto avvisare Kyle e lui sarebbe partito per raggiungerlo a casa sua e barattare.

one red paperclip

La clip che Kyle voleva barattare

 

PRIMO BARATTO

Il giorno seguente, quasi per scherzo Dawnie e Corinna da Vancouver scrivono a Kyle che erano intenzionate a barattare la clip rossa per una penna di legno a forma di pesce. E Kyle stupisce tutti recandosi personalmente a Vancouver per effettuare il baratto.  Kyle decide di aggiornare il suo blog con la lista dei baratti che avrebbe fatto. Con un tono molto ironico scrive che è convinto che Dawnie e Corinna, essendo vegetariane, non siano tanto a loro agio con la penna di legno a forma di pesce, e che una clip metallica sia più utile per loro, magari per tenere in ordine la lista della spesa veg.  Tutto comincia come un gioco insomma.

Kyle, Dawnie e Corinna, e la bruttissima penna a forma di pesce.

Kyle, Dawnie e Corinna, e la bruttissima penna a forma di pesce.

 

SECONDO BARATTO

(dal blog di Kyle) “Ora, una penna di legno a forma di pesce ha infinite potenzialità, purtroppo però non mi aiuterà ad aggiustare lo sportello della mai cucina che al momento è rotto. Qualcuno vuole una penna a forma di pesce in cambio di un aiuto per il mio sportello?”.  Il giorno dopo Kyle riceve un messaggio da parte di Annie Robbins, che nel tempo libero costruisce piccoli soprammobili e vari oggetti fatti a mano. Forse lei è in grado di aiutare Kyle.

Il secondo baratto di Kyle, un pomello per mobili fatto a mano

Il secondo baratto di Kyle, un pomello per mobili fatto a mano

Annie pare essere ben contenta di “aiutare” Kyle, barattando la sua penna di legno a forma di pesce con un pomello per mobili realizzato da lei a mano.  Affare fatto!

 

TERZO BARATTO

Cosa mai si potrebbe scambiare per un pomello fatto a mano? La rete non finisce mai di stupirci. Kyle riceve una chiamata da Shawn Sparks, del Massachusset, che ha visto la fotografia del pomello, ridendo e scherzando con suo figlio Seamus ha deciso che gli somiglia incredibilmente. Così contatta Kyle e gli propone un baratto davvero “vantaggioso”.

Il "nuovo" barbeque Coleman

Il “nuovo” barbeque Coleman

Shawn propone di brattare il pomello fatto a mano con un barbeque “vintage” (diciamo così) della Coleman. Un cimelio storico.

 

QUARTO BARATTO

Ben contento del suo barbeque “vintage” Kyle decide di rilanciare : chiunque avesse avuto qualcosa di interessante da barattare col barbeque avrebbe vinto un pranzo cucinato sul barbeque stesso. Al messaggio risponde qualche giorno dopo David, un sergente della Marina Militare americana. Così Kyle parte per Camp Pendleton, vicino a Los Angeles. David ha qualcosa che potrebbe interessare a Kyle, ed è disposto a scambiarlo per il suo barbeque vintage. L’idea è di ristrutturarlo ed usarlo per i pranzi all’aperto nella base.

Kyle scambia il suo barbeque per un generatore Honda funzionante, ma "con qualche segno di usura"

Kyle scambia il suo barbeque per un generatore Honda funzionante, ma “con qualche segno di usura”

Dave, in cambio del barbeque, ha un piccolo generatore Honda portatile da 1Kw.I due fanno pranzo insieme (usando il barbeque Coleman) e l’affare è fatto.

 

QUINTO BARATTO

Il blog di Kyle comincia ad avere un seguito, sono sempre di più le persone che han cominciato a seguire i suoi baratti e la sua avventura. Una di queste è proprio Marcin, che fa un’offerta molto vantaggiosa a Kyle.  Marcin è un amante delle feste all’aperto ed afferma che un piccolo generatore portatile, nonostante “qualche segno di usura”, gli farebbe davvero comodo.

Il kit per "Party istantanei"

Il kit per “Party istantanei”

Con somma sorpresa di Kye, Marcin è disposto a scambiare il generatore con un “kit per party istantanei” (un nome che ricorda gli oggetti di Monkey island n.dR.) . Il kit incude una vecchia insegna Budweiser, un fusto di birra VUOTO, ed un contratto firmato da Marcin nel quale si impegna a pagare la ricarica del fusto con una birra a scelta di Kyle. Il baratto viene fatto, non prima di aver provato l’insegna col generatore.

Dopo il baratto del generatore col “kit per party istantanei” Kyle ha talmente tanti followers che deve fare una postilla, come sempre in tono scherzoso, sul suo blog.

Grazie a tutti coloro che mi han proposto degli scambi vantaggiosi, ma vi avviso che non posso barattare i miei oggetti con altri oggetti da aggiustare. Sono in possesso di un martello, un paio di forbici e da qualche parte dovrei avere un coltellino svizzero. Ho impiegato 53 giorni per barattare il generatore, che obbiettivamente è un tempo un po’ troppo lungo, però nel mentre ho imparato alcune cose :

Alcuni oggetti non sono fatti per esser trasportati in aereo…come un generatore a gasolio dall’aspetto “particolare”

Alcuni oggetti non sono fatti per essere tenuti in una stanza di hotel, ad esempio nu generatore rosso a gasolio con del gasolio al suo interno.

Alcuni oggetti sono difficilissimi da barattare a New York, specialmente quando New York non è vittima di un black out.

 

SESTO BARATTO

Chi sarebbe mai stato interessato al “kit per party istantanei”? Kyle scrive pubblicamete che avrebbe selezionato l’offerta più vantaggiosa il primo Dicembre, non un giorno prima, non un giorno dopo…a meno di non ricevere “un offerta che non si può rifiutare”. Ed indovinate cosa succede?

Michael Barrete, da Montreal, scrive una mail a Kyle dicendogli che sarebbe interessato a barattare il suo kit Budweiser, con una motoslitta usata. Kyle, vivendo in Quebeq pensa che quella ricevuta sia esattamante l’offerta che non si può rifiutare, ma fa anche un’altra scoperta. Quando dice alla madre che un certo Barrete vorrebbe fare il prossimo baratto, a madre strabuzza gli occhi e chiede “QUEL Barrete?”. Si scopre che Michael è un famoso DJ locale e che ha un suo programma su una radio locale con un discreto seguito di pubblico.

Barrete non solo ha una trasmissione alla radio, ma seguendo il blog di Kyle si è appassionato alla sua avventura e vorrebbe dedicare una puntata della sua trasmissione alla serie di baratti di Kyle, con tanto di TV locale a riprendere lo scambio.

Kyle e Michael ripresi dalla TV durante il baratto

Kyle e Michael ripresi dalla TV durante il baratto

Con tanto di telecamere a riprendere l’evento e la diretta radio Michael accende la motoslitta, la fa provare a Michael e poi gli dice “Allora, uomo della graffetta rossa, dove vui che te la faccia consegnare?

 

SETTIMO BARATTO

Le cose cominciano a farsi deliranti e complicate. Dopo l’apparizione alla TV e radio locali Kyle viene invitato da George Stroumboulopoulos della CBC (l’emittente nazionale Canadese). Durante l’intervista sul canale nazionale George fa una domanda scherzosa a Kyle, chiedendogli quale fosse l’unico posto al mondo dove nno avrebbe mai voluto fare un baratto. Kyle preso alla sprovvista risponde Yahk.

Yahk è un paesino sperduto nella British Columbia, che conta l’enorme numero di 127 abitanti. Mai più Kyle avrebbe potuto pensare cosa sarebbe successo dopo quell’affermazione fatta senza pensare.

Il mattino seguente Kyle riceve una telefonata che si svolge più o meno così :

“Pronto Kyle? Sono Jeff Cooper della rivista Snow Riders, la nostra sede è a circa 40 minuti d’auto da Yahk”

“Immagino abbiate visto la trasmissione di ieri sera, uh?”

“Non esattamente, però vorremmo farti un’offerta vantaggiosa.”

“Grandioso, quale sarebbe l’offerta?”

“Vorremmo offrirti un soggiorno tutto compreso, viaggio, cibo, skypass, albergo….a Yahk”

Kyle, ormai “famoso” sul web, non sa come uscire dalla trappola. ormai ha un discreto seguito grazie alla trasmissione sulla TV nazionale e sul blog. E trova una soluzione piuttosto geniale. Il mattino seguente pubblica una lettera aperta ai (127) cittadini di Yahk che dice più o meno questo :

“Cari cittadini di Yahk, il 5 Dicembre il presentatore George Stroumboulopoulos, durante la sua diretta nazionale mi ha chiesto se ci fosse un posto al mondo dove nno avrei mai fatto uno dei miei baratti. Ed io ho evidentemente risposto che non avrei mai barattato nulla a Yahk, ma per questo non dovete prendervela con me, ma con George. Sapete perchè? Vi svelo un segreto, George mi ha ipnotizzato con un dei sui incantesimi sciamanici a base di frasi-incomprensibili-e-cognomi-impossibili-da-ricordare. Quindi vi chiedo scusa, conosco Yahk e so che è una bellissima località turistica, ma vi chiedo di sopportare il dolore che vi arrecherà sapere che per colpa di quell’incantesimo non potrò fare baratti nella vostra comunità”.

Mentre Kyle pensa di essersela cavata in modo simpatico, succede qualcosa di più curioso. Sulla rivista Snow Riders viene pubblicata questa lettera :

“Gentile George Stroumboulopoulos, a nome di tutti e 127 i cittadini di Yahk e della popolazione mondiale non residente a Yahk, la sfidiamo a fare una trasmissione in diretta del suo programma The Hour live da Yahk, in cui sarà presente Kyle McDonald per “non fare un baratto a Yahk”. Questo permetterà a Kyle di essere liberato della maledizione ipnotica che le ha fatto e così i baratti futuri di Kyle potranno avvenire anche nella nostra comunità.”

Viene addirittura creata una petizione online, da firmare per convincere il presentatore nazionale ad accettatre la sfida. Il giorno seguente Kyle riceve una mail dalla direttrice dei programmi della CBC, avvisandolo che sarebbe stato interessante guardare la trasmissione serale.

Incredibilmente George Stroumboulopoulos, seguendo il filone ironico-delirante della storia, appena entrato in studio “afferma” che gli abitanti di Yahk e Kyle lo hanno ingiustamente accusato di stregoneria, afferma inoltre che tutto lo staff di The Hour seguirà con interesse la petizione e deciderà se ritirare l’incantesimo facendo la diretta da Yahk o no.

Come andrà a finire? La petizione, grazie al passaparola di internet raggiunge migliaia di firme, e Kyle un mattino riceve l’inaspettata mail. George farà una puntata in diretta nazionale sulla CBC da Yahk, dedicandola all’incantesimo fatto, all’ipnosi ed al progetto dei baratti di Kyle.

E’ probabilmente la svolta. Kyle fa la trasmissione in diretta nazionale da Yahk e viene quindi “liberato dall’incantesimo ipnotico”. Finalmente può accettare il viaggio premio offerto dalla rivista, in cambio della sua motoslitta.  Rimane solo un piccolo problema….come portare la motoslitta da Montreal alla sede della rivista Snow riders?

OTTAVO BARATTO

Kyle, ormai famoso in Canada per il suo progetto, compare sulla copertina di “Le Journal de Montreal“. Ed è qui che entra in gioco Bruno. Bruno vede la foto di Kyle e nota che indossa una maglietta della Cintas, una multinazionale Canadese per la quale lavora. Decide di voler barattare il viaggio a Yahk di Kyle con un furgone usato della Cintas (con il quale Kyle potrà consegnare la sua motoslitta).

Il furgone barattato da Kyle che gli permetterà di tener fede al baratto precedente.

Il furgone barattato da Kyle che gli permetterà di tener fede al baratto precedente.

Baratto fatto, vantaggioso, e gli permette di tener fede al baratto precedente e consegnare la motoslitta alla redazione di Snow Riders. Il furgone è un Ford del 1995, diesel, con 340.000 km sulle spalle.

NONO BARATTO

Ormai famoso Kyle trova subito un nuovo offerente per il suo furgone. Una piccola casa discografica canadese chiamata Metal Works. Il titolare, Brendan, ha bisogno di un furgone per trasportare il materiale durante i concerti, ed il mezzo di Kyle sembra essere perfetto. In cambio offre un contratto discografico con l’etichetta, 30 ore di registrazione in studio, il mix di un disco ed il pitching con Sony-BMG ed XM radio.

Il contratto musicale scambiato col furgone

Il contratto musicale scambiato col furgone

Ormai la fama acquisita da Kyle gli permette di fare baratti sempre più vantaggiosi,poichè barattare con lui diventa un modo per farsi pubblicità attraverso il suo blog ed i media che hann cominciato a seguir seriamente la sua avventura.

DECIMO BARATTO

La prima offerta di baratto per il contratto musicale di Kyle lo avvicina al suo scopo definitivo. Jodie Gnant, aspirante cantante di Phoenix contatta Kyle, è disposta a barattare il contratto musicale in cambio di un anno di affitto della sua casa in centro a Phoenix. I genitori di Jodie sono proprietari di alcuni immobili e sono ben disposti a metterne uno a disposizione di Kyle per un anno intero, in cambio del contratto discografico per la figlia.

La casa offerta a Kyle per un anno intero

La casa offerta a Kyle per un anno intero

Ricordiamoci sempre che i baratti di Kyle sono partiti da una banalissima clip per documenti. Ora si ritrova tra le mani un contratto di affitto per un anno, in una casa arredata e nel centro di Phoenix. Ma l’affitto non è quello a cui Kyle punta.

UNDICESIMO BARATTO

Non solo l’ingegno, la simpatia di Kyle, ma anche un pizzico di fortuna. La casa di Phoenix in cui Kyle potrebbe vivere per un anno senza pagare l’affitto è suddivisa in due alloggi. Uno teoricamente dedicato a Kyle ed uno affittato a Leslie, la quale paga ancora regolarmente l’affitto. La ragazza, leggendo su internet degli ormai famosi baratti di Kyle ha una geniale idea. Leslie lavora all’ Alice Cooper’s Stowe, la catena di ristoranti proprietà del famoso cantante rock. Un giorno il Signor Cooper fa visita al ristorante di Leslie e lei gli racconta la storia di Kyle e gli fa un proposta. Sarebbe disposto Alice Cooper a trascorrere un pomeriggio con Kyle, barattando l’incontro con un contratto d’affitto gratis per un anno?  In questo modo lei potrebbe risparmiare un anno di affitto ed Alice Cooper potrebbe fare una buona azione. La rockstar accetta.

Alice Cooper accetta il contratto del "tizio della clip rossa"

Alice Cooper accetta il contratto del “tizio della clip rossa”

Alice Cooper decide durante un suo concerto di raccontare ai suoi fans cosa fosse successo, ed il tutto viene ripreso dall’ABC, emittente nazionale statunitense.  Qui il video.

 

DODICESIMO BARATTO

Kyle è un grande fan di Alice Cooper, ma l’intento della sua avventura non è quella di trascorrere un pomeriggio con lui. Il suo intento finale è di ottenere la proprietà di una casa partendo da una clip metallica rossa.

Cosa si potrebbe barattare con un pomeriggio insieme ad una rockstar come Alice Cooper? Non ci crederete mai, ma Kyle è riuscito ad ottenere…una palla di vetro con la neve dentro, brandizzata KISS (il famoso gruppo rock).

Kyle spiega ai suoi lettori, ormai milioni, che il suo intento è quello di ottenere una casa partendo da una clip metallica rossa, e che durante i baratti bisogna tenere a mente che quello che per alcuni è un oggetto inutile, per altri potrebbe essere un tesoro.

La palla di neve motorizzata dei KISS

La palla di neve motorizzata dei KISS

Poi non scordiamoci che si parla non di una palla di neve qualunque, ma di una palla di neve motorizzata dei KISS! Con tanto di lucine colorate variabili!

 

TREDICESIMO BARATTO

Come pronosticato da Kyle, ecco arrivare qualcuno per il quale la palla di neve dei KISS risulta essere un oggetto di valore inestimabile.

L’attore e produttore  Corbin Bernsen propone infatti a Kyle di barattare la sua palla di neve motorizzata (con luci colorate variabili) per un ruolo nel suo prossimo film. L’attore è talmente appassionato di palle di neve che chiunque gli spedisca una palla di neve riceve in cabio una sua foto autografata e l’iscrizione ufficiale al “Club dei fan dele palle di neve di Corbin Bernsen”. That’s America!

L'attore Corbin Bernsen con Kyle e la sua palla di neve motorizzata dei KISS

L’attore Corbin Bernsen con Kyle e la sua palla di neve motorizzata dei KISS

 

QUATTORDICESIMO BARATTO

Chi potrebbe mai barattare qualcosa con un “ruolo parlante in un film hollywoodiano” ? Una città. Si, avete letto bene, una città. Il 12 Luglio del 2006 Kyle riceve questa lettera da parte della città di Kipling, Saskatchewan.

 

“Gentilissimo Kyle, a citta di Kiling desidera aiutarti nella tua ricerca di una casa offrendoti, in cambio del tuo contratto per apparire in un film, e seguenti cose :

Un kit per i nuovi residenti di Kipling, contenente informazioni turistiche del luogo. 200 dollari in moneta Kipling, da spendere esclusivamente nei negozi del paese. Le chiavi della città di Kipling. Un giorno da trascorrere nelle vesti di “Sindaco onorario della città di Kipling”. La cittadinanza onoraria della città di Kipling. La crazione del “Giorno ufficiale della clip metallica rossa” che combacerà col giorno che faremo il nostro baratto. La costruzione di un monumento di una gigante clip epr documenti rossa. E…più importante di tutte, una casa su due paini al 503 della Main Street di Kipling.

Gentile Kyle, accetta la nsotra offerta in cambio di un ruolo parlante nel film Donna on Demand di  Corbin Bernsen? “

Dal blog di Kyle :

Come potete immaginare ho accettato il baratto. E forse, come me, vis tarete chiedendo…che diavolo ci fa una città intera con un ruolo in un film di Hollywood? Ho anche controllato su internet, la città di Kipling non ha mai recitato in nessun film prima d’ora!  In realtà ho dovuto anche controllare DOVE fosse Kipling e se realmente esistesse.

Questa è la più incredibile offerta che io avessi potuto ricevere, insomma… “Le chiavi della città”! Quanto è figo avere “le chiavi della città”? Sono loro che mi han convinto ad accettare!

288816710_3153722278_z 288820262_d1ae069897_z 288820785_12ed04107a_z

Kipling indì un concorso per i suoi abitanti in stile talent show per assegnare ad un suo cittadino il ruolo nel film. Ed il Labour Day, Kyle e Dom, la sua fidanzata, si sono trasferiti nella loro nuova casa. Coloro che avevano barattato insieme a Kyle han partecipato ad una grande festa, insieme ad altre 3500 persone circa.

Il ringraziamento più grande di Kyle va a coloro, che un po’ folli, han partecipato alla sua avventura, barattando oggetti o stando al gioco, aiutandolo a far conoscere la sua iniziativa.

Kyle ha scritto un libro intitolato One Red Paperclip che racconta nel dettaglio  di come partendo da una semplice graffettapr documenti rossa sia riuscito ad ottenere una casa in cui vivere. Intervsitato dalla BBC afferma “Un sacco di gente mi chiede come ho fatto ad ottenere così tanta pubblicità intorno alla mia avventura, la risposta è…non ne ho la minima idea!”