Triangolo amoroso? I consigli dello psicologo

Secondo l’associazione degli avvocati matrimonialisti italiani, il 50% dei mariti e il 45% delle mogli hanno tradito il proprio coniuge almeno una volta. Tutti potremmo essere tentati ad avere una tresca, nessuno è escluso, nessuno può predire esattamente cosa possa succedere alle proprie relazioni amorose. Prima di avventurarsi in un triangolo amoroso scavate a fondo nel vostro io ed andateci coi piedi di piombo, o rischate di trovarvi in quello che il Dott.David Braucher definisce “Il triangolo amoroso delle Bermuda”. Una situazione di stallo in cui, una volta aver sperimentato due partner, convinciamo noi stessi di aver bisogno di entrambi.

triangolo

Nel fuoco (solitamente di paglia) iniziale del triangolo amoroso, siamo tentati a pensare che soddisferemo una necessità iniziale e la storia finirà a breve, oppure che la relazione con l’amante sia limitata a “necessità” ben particolari, solitamente il desiderio fisico e non influirà sulle altre componenti della relazione ufficiale.

La tresca potrebbe terminare dopo aver soddisfatto la necessità che ci ha spinto ad iniziarla, in quel caso dovremo affrontare esclusivamente il sensi di colpa, oppure potrebbe capitare di innamorarsi sinceramente dell’amante. Il nostro carattere è formato da milioni di sfaccettature diverse, ed il partner perfetto, cinicamente parlando, non esiste. Ci ritroviamo quindi a volere sia il nostro partner che l’amante, intrappolati nel triangolo amoroso delle Bermuda.

Triangoli amorosi.

Il triangolo è meccanicamente una struttura molto stabile, prendete per esempio i tiranti che sorreggono un traliccio, formano col terreno un triangolo per rendere tutta la struttura più solida. Lo stesso vale nelle relazioni amorose, nella famiglia, un figlio o anche solo un cucciolo creano un triangolo che aiuta a stabilizzare la relazione tra due persone.

Un amante permette di allontanarsi da una relazione senza dove affrontare il pericolo di rimanere soli. In tutte le relazioni, anche le più perfette, c’è una lotta interiore tra il desiderio di libertà ed indipendenza che appaga la nostra individualità ed il desiderio di stabilità e di mantenere una connessione con un partner fisso.

Viviamo in un perenne conflitto tra il desiderio di “far parte” e quello di “disparte”. Per esempio potremmo essere lontani fisicamente da nostra moglie o marito, ma esser vicini grazie alla presenza dei nostri figli. In una relazione clandestina dobbiamo mettere da parte il nostro partner ma senza provare la solitudine poichè accompagnati dall’amante.

cheaters

Nessuna via d’uscita comoda.

Il problema si presenta ovviamente quando il nostro partner scopre l’esistenza del triangolo amoroso. Potremmo continuare con le menzogne, mantenedo un intricata serie di bugie e sotterfugi per vivere entrambe le storie, oppure i nostri sensi di colpa e la stanchezza potrebbero avere la meglio spingendoci a prendere una decisione.

Come decidiamo chi dei due mantenere, quando in realtà sentiamo il bisogno di entrambi?

Quando decidiamo di interrompere la relazione con l’amante, e ci giriamo a guardare la nostra relazione ufficiale, accorgendoci che i problemi che ci han spinto ad allontanarci sono ancora li immutati, se non peggiorati. Se invece i problemi con il nostro partner ufficiale sembrano essersi appianati, non sappiamo giudicare se sia per merito del triangolo amoroso e ci assale il dubbio che possano peggiorare nuovamente interrompendo la tresca. Quasi sempre non vogliamo comunque perdere quello che il nostro amante ci sta dando.

Per cui decidiamo di lasciare il nostro partner, ma a quel punto non sappiamo se vivere ufficialmente una relazione con lui sia lo stesso di frequentarlo come amante. Tutto sommato raramente si ha modo di conoscere davvero una persona che frequentiamo in segreto. E se poi l’amante non è in grado di colmare il vuoto lasciato dal partner? Se il nostro amante non sa che siamo impegnati significa che gli avremo tenuto un gran segreto per tutto il tempo della relazione clandestina, e se non ci accettasse perchè poco affidabili?

Cosa fare?

Questo ciclo di ossessioni che si viene a creare non ha una fine. Ci si ritrova in un vortice di incertezze che ci spinge a ferire entrambe le persone che amiamo. I triangoli amorosi possono durare per anni, e la conclusione più comune è quando l’amante o il partner ufficiale si stancano della situazione di stallo e si allontanano di loro iniziativa. In questo caso rimnaiamo “soli” con la persona che ha tollerato più a lungo i nostri inganni e la sensazione più classica è quella di svalutarlo proprio per averlo fatto.  Potremmo pensare che manchi di polso o che abbia qualcosa di “strano” se accetta di stare con una persona che lo ha tradito.

E la sensazione che solitamente si prova, restando con il parner che ha sopportato più a lungo i nostri tradimenti è quella di essere rimasti con la “seconda scelta”. La soluzione migliore per “risolvere” il vostro triangolo amoroso è quella di parlarne. Ma la scelta del confidente è molto difficile, un totale estraneo non vi conosce a fondo e non è in gado di cogliere le sfumature del vostro comportamento e dei vostri sentimenti. Dall’altro lato parlarne con un amico intimo o un familiare potrebbe spingere lo stesso a “tifare per voi”, o ancora peggio a badare prima alle apparenze ed a nascondere lo “scandalo” prima di pensare a quale sia un consiglio veramente giusto per voi.

Oppure?

In rarissimi casi è possibile mantenere la relazione con entrambi i partner, ma solo ed esclusivamente dopo essere usciti allo scoperto. È possibile che i tre individui che formano il triangolo trovino un equilibrio più unico che raro in cui si accettano vicendevolmente. Quella che solitamente sembra l’unica soluzione possibile, lasciarsi, non è accettata da nessuno dei tre. Nelle triadi poliamorose (questo è il termine) si raggiunge un livello di consapevolezza nella quale si percepisce che il rapporto di coppia lascia spazio (lecito) ad altre possibilità di condivisione. Stiamo parlando delle relazioni poliamorose.

Il presente articolo è una libera trascrizione di “Read This Before Having an Affair” del Dott. David Braucher.

Se volete approfondire l’argomento vi consiglio il libro “Amori Infedeli” di Willy Pasini.